Come autoprodurre l’energia di cui hai bisogno

Si sente sempre più spesso parlare di energie rinnovabili, e di produrre energia da soli in modo sostenibile, questo è chiaramente un passo successivo alla riqualificazione energetica dell’edifico per poi poter avere una stima corretta dell’intervento da fare per produrre l’energia effettivamente necessaria al proprio immobile.

Sostenibilità ambientale

L’ attenzione alla sostenibilità ambientale è un  tema  sempre più discusso e un concetto sempre più presente nella vita di tutti i giorni , l’inquinamento atmosferico dato da fonti fossili utilizzate in svariati settori (energia elettrica in Italia 80% è ottenuta da centrali termiche  che  bruciano olio combustibile ) e in particolare, per quanto ci riguarda, il suo utilizzo massivo per riscaldare gli immobili, ci da  l’idea di come  sia possibile  per tutti noi intervenire personalmente per ridurre l’impatto dell’inquinamento sulle  nostre città.

Rendere l’immobile in grado di disperdere energia il meno possibile

Quindi una volta reso il nostro immobile meno dispersivo esempio:

  • Casa  120 mq in classe g consumo gas 175 kw/h mq anno totale  21.000 kw/h anno  CO2 emessa nell’ambiente 5250 kg anno , 2000 mq anno gas spesa 1950,00 euro anno
  • Casa  120 mq in classe b consumo gas 58  kw/h mq anno totale  6960  kw/h anno CO2 emessa nell’ambiente 1740 kg anno, 680 mq anno gas spesa 660,00 euro anno

Risultati

  • CO2 non immessa nell’ambiente anno Kg 3.510 in 10 anno 35,10 tonnellate
  • Risparmio annuo in bolletta euro  1.200,00

Direi che  abbiamo ottenuto un buon risultato ora possiamo pensare di renderci indipendenti anche dal punto di vista di produrre energia.

Impianto fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico di piccole dimensioni della potenza di 3kWp produce ogni anno, circa 3.500Wh di energia totalmente gratuita e totalmante Green .

Energia Utile per  alimentare le utenze dell’abitazione che  consentirà alla nostra abitazione  di non produrre ed immettere nell’aria 1.800kg di anidride carbonica l’anno, significa 18 tonnellate in 10 anni di CO2 non immessa nell’ambiente  oltre ad una riduzione  del 50% della bolletta elettrica .

Alcuni semplici consigli per installare  e utilizzare al meglio un impianto fotovoltaico

  1. Scegli un prodotto di qualità e non andare al risparmio, risparmiare il 10% su un prodotto che deve durare minimo 25 anni è una scelta poco lungimirante
  2. Affidati ad un esperto del settore affidabile e con un minimo di storia alle spalle, verificabile. Ad esempio il sito web è un buon biglietto da visita
  3. Cerca di auto consumare l’energia del fotovoltaiconello stesso momento in cui viene prodotta. Questo significa accendere o programmare l’accensione degli elettrodomestici durante le ore diurne quando il fotovoltaico è in piena produzione
  4. Utilizza un sistema d’accumulo in batterie al litio ferro litio . In questo modo migliorerai la quantità di energia auto consumata prodotta  dal tuo impianto  In questo caso il livello di risparmio che ottieni in bolletta si aggira intorno all’80%.

Il futuro ci sta portando verso abitazioni sempre  indipendenti  sotto l’aspetto energetico. Grazie alla ricerca di nuovi sistemi produttivi e a materiali più efficienti il costo di un impianto fotovoltaico si è abbassato drasticamente negli ultimi 10 anni ed oggi è più facile ed economico per tutti.

.